RSSchizo (Aggiornamenti Sito)

sabato, 18 maggio

11:14

(AAA) un po’ di Terzo Paesaggio in ognun di noi [Schize]

rimuginavo a proposito di Attivismo Artigianale Artistico
e m’è germogliata quest’idea,
un’Opera Collettiva (autore la molteplicità “/Re Bello Estinto/”)
costituita da abiti ricamati da noi con su un estratto da Manifesto del Terzo Paesaggio di Gilles Clément;
dopo aver realizzato una Parte del Tutto ognun si photographa con indosso il suo capo con l’ambizione di riscrivere completamente il testo diffuso nello spazio e nel tempo e ricostituito nella narrazione collettiva

io parto con:

Elevare l’indecisione fino a conferirle dignità politica. Porla in equilibrio col potere.

Poche Manfrine!

#FattoDaMe

giovedì, 16 maggio

13:35

LA COMUNE DEL DRE [Appuntamenti]

sab, 18 maggio 19:00 @ Elicriso - Milano - via Vigevano 2/a

presentazione del libro LA COMUNE DEL DRE di Marco Leoni

2063951880fea653c62e19a92ae6390c.jpg

11:45

RIBICICLAGGIO - l'arte tessile con le gomme forate [Notizie (varie)]

"Ribiciclare" significa genericamente: recuperare rottami di bicicletta. In particolare, significa "recuperare il pneumatico scoppiato della bici". Oggi, questo pneumatico non è ricavato dalla gomma naturale di caucciù ma si fa con derivati del petrolio. Il moderno pneumatico pone seri problemi di smaltimento ma, d'altra parte, può essre un prezioso materiale di recupero: è versatile e gratuito, abbondante e concettuale. Il suo uso può favorire la riappropriazione degli spazi ambientali e dei tempi quotidiani...

http://www.hypertextile.net/ruotati/index.htm

martedì, 14 maggio

10:49

Gran Gala del Futuro, Indietro non si torna! [Appuntamenti]

18 MAGGIO, GRAN GALÀ DEL FUTURO!

  • H.14 @ piazza del Cannone: musiche, danze, teatro e arti di ogni genere e provenienza ;)
  • H.16 @ piazza Cairoli: CORTEO Gran Galà del Futuro

Il 18 maggio Salvini chiuderà la campagna elettorale per le europee a Milano chiamando i reazionari di tutta Europa a partecipare.

Saranno presenti tutti coloro che coltivano il sogno di tornare al fascismo, a forti confini nazionali, alla supremazia della “razza bianca”, alla condanna dell’omo e transessualità e al ritorno delle donne nelle case ad occuparsi della famiglia oppure nelle case chiuse, rinsaldando l’immaginario della donna madre o prostituta.

Mentre un’intera generazione è in piazza denunciando che il cambiamento climatico gli sta sottraendo il futuro, le destre europee promuovono lo sfruttamento incondizionato di terra, corpi e territori, fomentano la guerra fra poveri per evitare il conflitto di classe, promuovono la persecuzione di Rom e Sinti, negano diritti universali non salvando le vite in mare, finanziano paesi come Turchia e Libia che sfruttano e torturano i/le migranti e aprono centri di detenzione amministrativa.

Per contrastare questa ondata reazionaria, vogliamo costruire per il 18 maggio una giornata che porti in piazza la Milano favolosa per dire no al ritorno dei nazionalismi e di ogni forma di fascismo in Europa e nel mondo: vogliamo dare vita al GRAN GALÀ DEL FUTURO, perché indietro non si torna!

Saremo lotta e festa, colore e canto, per rispondere al nero dell’odio suprematista.

Gran Gala del Futuro, Indietro non si torna! - MilanoInMovimento

10:27

Domenica 2 giugno Restart Party per dire… GRAZIE! [Appuntamenti]

Non stiamo nemmeno più a raccontarvi che cosa sia, semplicemente vi ricordiamo che è il “party” più nerd, riciclone, green e riparone esista sulla faccia della terra (sì, perché esistono “restart party” quasi in ogni angolo del Globo!).

Questa volta, oltretutto, giocheremo in casa perché l’evento, dalle 14.30 alle 17.30, si svolgerà Domenica 2 giugno proprio nel giardino che ospita la sede di PCOfficina in via Francesca Pimentel.

Domenica 2 giugno Restart Party per dire… GRAZIE! – PCOfficina

venerdì, 10 maggio

14:45

Le statue di Milano si vestono di fucsai e oro [Appuntamenti]

... manifestazione del 18 maggio (che partirà alle 16 in Cairoli) contro la presenza del Ministro dell’Interno Salvini in piazza Duomo

Le statue di Milano si vestono di fucsai e oro - MilanoInMovimento

giovedì, 09 maggio

11:37

World Wide Knit in Public Day! [Notizie (varie)]

Better living through stitching together!

header-b-w-arctic.jpg

The date for this year

http://www.wwkipday.com/

martedì, 07 maggio

13:36

Dal post-globale al post-sperimentale [Appuntamenti]

Concerto

e50c8e194874b797150e941ce03d5dc9b3c5f0dc_zero.jpg

La seconda edizione di FOG vede lo sviluppo della collaborazione con ZERO. La serata, dal titolo Dal post-globale al post-sperimentale, è un vero e proprio mix sonoro: dalle nuove concezioni di Intelligent Dance Music ai suoni urbani delle città del Sud America, passando per il garage rap dei sobborghi delle metropoli di tutto il mondo e della post techno tra rumorismo e cassa in 4/4.

POST Dal post-globale al post-sperimentale | Triennale Milano

10:38

La patrimoniale sbagliata è quella che piace alla Ue [Notizie (varie)]

Patrimoniale, panacea per tutti i mali economici? Dipende… Quando – cadendo nella trappola ideologica imposta dalla narrazione dominante – si prova a rispondere alla domanda “dove si trovano i soldi per fare quello che proponete?” (chiunque sia a proporre una strategia diversa da quella ordoliberista), la mente di tutti va immediatamente a due totem: combattere l’evasione fiscale e fare una patrimoniale.

Non paradossalmente, tutti sono d’accordo a dire che “bisogna combattere l’evasione fiscale” –farlo, è notoriamente tutt’altra cosa – mentre la patrimoniale risulta normalmente più “divisiva”, spesso definendo il campo della destra autentica e quello della presunta “sinistra”.

Non ci dilungheremo qui sulla lotta all’evasione, che richiede la capacità di ricoprire un ruolo di governo con intento e determinazione rivoluzionari. E ragioniamo invece sulle facce nascoste della “patrimoniale”.

https://www.sinistrainrete.info/politica-economica/14915-claudio-conti-la-patrimoniale-sbagliata-e-quella-che-piace-alla-ue.html

lunedì, 06 maggio

17:17

Costruiamo le Assemblee Popolari in tutta Italia! [Notizie (varie)]

Necessariamente, le nostre richieste
richiedono inizia
tive e mobilitazioni di pari
dimensione e portata rispetto a quelle in
tempo di guerra. Tuttavia, noi non
crediamo che i nostri governi siano in
grado di prendere le necessarie misure per
un cambiamento coraggioso, rapido e di
lungo termine, e non vogliamo più
delegare il potere nelle mani dei nostri
politici. Chiediamo invece che le
Assemblee cittadine supervisionino il
processo di cambiamento, risollevandoci
dalle macerie per creare una democrazia
adatta allo scopo.

Terza richiesta di ribellione di Extinction Rebellion

Manuale delle Assemblee Popolari (formato pdf)

sabato, 04 maggio

19:11

Tecnociclo 3 | Join Nebbia! [Appuntamenti]

Viviamo in un mondo in cui sempre di più sfumano i confini tra online e offline, in cui i social network sembrano essere parti integranti delle nostre vite e la rete sempre più pervasiva, anche grazie agli strumenti sempre più agili che ci portiamo in giro: questo porta con sé sia nuove possibilità sia nuove forme di dominio.

Guardandoci intorno, sentiamo l’esigenza politica di affrontare questo complesso scenario e di capire come vogliamo e possiamo muoverci al suo interno. Non siamo le/i prim* a farlo, ovviamente, ma ci piacerebbe costruire insieme un momento di riflessione, in cui possa partecipare chi ha qualcosa da dire e chi ha voglia di ascoltare, per discutere insieme, a partire dall’auto-organizzazione e dall’autogestione che caratterizzano il nostro agire. Anche grazie alle esperienze di auto-organizzazione, infatti, abbiamo sviluppato la capacità di osservare la rete e l’universo digitale, con lo sguardo critico che contraddistingue il nostro abitare ogni spazio.

Al momento, però, ci sembra che molta di questa pratica dirompente si perda nell’oblio di social network pervasivi e gratificanti, con modalità che trascurano la dimensione proprietaria e chiusa degli stessi. Ci sembra che ci sia, in generale, poca consapevolezza sui possibili strumenti da utilizzare e sulle strategie da adottare.

Ci interessa affrontare questi nodi politicamente, perché non vogliamo costruire dicotomie tra un agire politico online e uno offline e perché crediamo che gli spazi digitali siano spazi di vita e di politica a tutti gli effetti. Come femminist* e come compagn* sappiamo bene quanto gli spazi non siano neutri – non solo rispetto al genere ma rispetto a numerose forme di dominio e di potere – e come intervengano, senza però necessariamente plasmarli, sul comportamento e sulle possibilità di azione di chi li attraversa.

Perciò ci interroghiamo su quanto le tecnologie che utilizziamo quotidianamente intervengano nel definire le nostre azioni, relazioni e contenuti, una volta che li condividiamo online e ne deleghiamo la memoria. Quanto è alterata la nostra capacità di costruire alternativa se decidiamo di abitare le contraddizioni, non sottraendoci alle logiche proprietarie e capitalistiche? Ci chiediamo se sia possibile utilizzare i social network come strumento dell’agire politico e come farlo in maniera efficace, smettendo di subire attacchi frontali e diffusi e disperdendo energie nel tentativo di difenderci. Con quali strumenti e con quali pratiche possiamo nutrire la nostra azione politica online e offline?

In sintesi, abbiamo più domande che risposte, ma ci sembra che sia sempre più necessario chiederci come fare rete dentro, attraverso e fuori la rete. Questo terzo e ultimo appuntamento del “tecnociclo”, pensato da ambrosia e dal lab61, si rivolge quindi alle realtà antagoniste milanesi che sentono l’esigenza di mettere a confronto punti di vista, analisi ed esperienze, con lo scopo di individuare e di fare nostre delle pratiche sovversive, militanti e di conflitto. Sentiamo l’esigenza di creare spazi “liberati”, anche digitali, dove le persone possano sentirsi accolte e libere dalla pressione della società della performance e della prestazione, creando comunità in grado di produrre un’alternativa (anche) alle piattaforme del capitalismo.

Vi aspettiamo tutt* il a Pianoterra, per una giornata di riflessione comune su questi temi, dove poter elaborare un agire collettivo.

Tecnociclo 3 | Join Nebbia! | lab61

Verso la Società Globale del Controllo Totale - Il Panopticon che verrà [Pensierini]

oggi sono stato alla lezione in piazza con una ricercatrice rappresentante dell’/Italian Climate Network/ organizzata per questo Fridays for Future

il primo impatto è stato buono: ci tengo a sottolinearlo, ho trovato bello occupare la città con una lezione così, informale e allo stesso tempo, a suo modo, situazionista

la riflessione... spaventosa: la lezione è partita dagli inizi delle COP nel 1992; mano a mano che si dipanava nella storia, con gli insuccessi, le ratifiche, i protocolli e più io sprofondavo in una cosapevolezza cupa: il loro successo, l’influenza di queste diffuse richieste ai governi di dichiarare l’emergenza ambientale, il bisogno di appoggiarsi agli incontrovertibili dati della scienza (ai quali, molto probabilmente, si affideranno le eventuali assemblee popolari) dovranno fare utilizzo di un controllo spietato che in un’ingenua prospettiva saranno principalmente rivolti alle grandi aziende (che comunque troveranno il modo di reinventarsi in maniera indolore (vedi il passaggio dall’artigianato alla legislazione industriale insopportabile per la condizione economico/produttiva precedente)), ma nella pratica estenderanno il controllo su tutte le nostre esistenze, in una maniera consensuale, per farle rientrare all’interno di parametri stabiliti dalla scienza e legiferati dai governi... Libertà = 0

mi chiedo quanto possa essere auspicabile un futuro del genere, forse è meglio la combustione

Nel suo saggio Sorvegliare e punire, Michel Foucault prenderà il panopticon come modello e figura del potere nella società contemporanea. L’architettura del panopticon sarebbe la figura di un potere che non si cala più sulla società dall’alto, ma la pervade da dentro e si costruisce in una serie di relazioni di potere multiple.

(certo, lo so, ci siamo praticamente già, o, almeno, siam sulla buona strada, ma quello che si presenta è una delega totale che stiamo dando a questo superamento dell’umano)

puntualizzo: con questo non voglio dire che il nostro agire in questo momento sia inutile, tutt’altro, bensì che tra gli aspetti da tenere in considerazione c’è anche questo, che, a mio parere, fa pesare tantissimo l’ago verso un’insurrezione profondamente anarcolibertaria

siamo noi che dobbiamo reinventarci (soggettivamente, socialmente e nel nostro rapporto con l’ambiente), autonomamente e orizzontalmente

Il Pianeta è Morto! Lunga Vita al Pianeta

mercoledì, 01 maggio

13:47

Manifestazioni Ornamentali [Lavori]

7.1 Presenze Aliene

volevano essere Manifestazioni Ornamentali da indossare durante la manifestazione per il clima del 15 marzo 2019

ma ha preso forma in Presenze Aliene in cerca di collocazione…

domenica, 14 aprile

19:57

Improvvisazione Tessile [Schize]

improvvisazione_tessile.jpg

Una giornata @ Elicriso - Milano

D'ENTRO [Schize]

FARM LAB - FALEGNAMERIA APERTA

FESTA PRIMAVERILE + DESIGN WEEK 2019 + MILANO

camerascino.jpgcamerascino_particolare.jpg

venerdì, 12 aprile

11:53

L’arte di organizzare la speranza: Movimenti e critica sociale [Notizie (varie)]

Per la rubrica teorica Il pensiero alla radice proponiamo un testo di Ana Cecilia Dinerstein, teorica marxista e femminista argentina, docente alla University of Bath. Il suo lavoro più noto è The Politics of Autonomy in Latin America: The Art of Organising Hope (2015), sui movimenti di base in Messico, Argentina, Bolivia e Brasile. Negli ultimi anni Dinerstein ha teorizzato “L’arte di organizzare la speranza” come prassi collettiva di critica sociale dal basso, facendo dialogare esperienze di diverse zone del mondo accomunate dal tentativo di costruire forme di vita in comune e autonome dentro, contro e oltre la società esistente. Quella che segue è una versione abbreviata dell’intervento di apertura dell’Alternative Summit TAOH: New Narratives for Europe, tenutosi a Ghent a fine 2018. Traduzione di Lorenzo Feltrin.

https://www.globalproject.info/it/in_movimento/larte-di-organizzare-la-speranza-movimenti-e-critica-sociale/21967

11:15

What is “Cornigliese Wool”? [Notizie (varie)]

The Cornigliese sheep is an ancient autochthonous breed from Corniglio, which is a small village in the Parma High Apennines, in Italy.

The history of this special sheep starts in the far 1700: this animal was obtained by the local sheep of the Borbone Family and the precious Spanish Merinos sheep, in order to get a better wool quality, since wool was the most significant material for its widespread use in the textile industry, as well as for families who packed their own mattresses, blankets and garments.

In 2017 we gave to Cornigliese a whole new life. There only few hundreds of sheeps now, breeded by just three shepherds. The Cornigliese lost its popularity even locally, due to the popularity of super-soft common wools like Cashmere, Alpaca and Merinos. But why we should spin this sheep again? For several reasons:

https://medium.com/opera-campi/what-is-cornigliese-wool-78a95a7ae3b7

domenica, 07 aprile

18:03

SUQ-Mercatino Delle Autoproduzioni – 19 aprile @ Lambretta [Appuntamenti]

@ Lambretta, via Edolo 10.

Siamo arrivati alla quarta edizione del mercatino del Lambretta e date le vacanze pasquali e i pranzi con i parenti anticipiamo e cambiamo di orario con un formato speciale serale! Sta volta nessun dibattito tematico, ma una Jam session, portate uno strumento e unitevi agli altri!

Venite a fare la spesa al mercato del Lambretta!

E’ il mercato biologico, ecologico e aperto a tutte le autoproduzioni, comprese quelle casalinghe, artistiche o qualsiasi altra cosa. Un vero suq. Tutti sono invitati a partecipare portando le proprie produzioni. Tutti sono invitati a curiosare.
Il nucleo ovviamente sarà composto da fornitori di frutta/verdura e formaggi o altri cibi, perché tutti possano fare la spesa.
Troverete dunque formaggi di capra e mucca, conserve, verdura e frutta, miele, cioccolato, prodotti per l’igiene personale….ma anche fotografie, disegni o artigianato.
Questo spazio però non è solo un mercato, ma anche un momento per trattare le tematiche ecologiche: vengono organizzati ogni volta dibattiti, conferenze, mostre e proiezioni di film.

Ricordate l’appuntamento fisso e mettetelo in agenda! Ci siamo ogni terza domenica del mese.

venerdì, 05 aprile

18:45

Il giorno della bicicletta [Appuntamenti]

(in) 'Father of acid' celebrated his 100th birthday and fondly recalls his first trip ever.

... Il risultato delle sperimentazioni dell'Lsd,

tuttavia, fu un'esperienza straordinaria, durante la quale egli andò in bicicletta verso casa, accompagnato da un assistente.

... "Everything in my field of vision wavered and was distorted as if seen in a curved mirror,"says the chemist, who celebrates his 100th birthday tomorrow. "I had the feeling that I could not move from the spot. I was cycling, cycling, but the time seemed to stand still."...

http://www.cicle.org/cicle_content/pivot/entry.php?id=320

Quel giorno, il 19 aprile, più tardi fu commemorato dagli entusiasti dell'Lsd come "il giorno della bicicletta"...

http://www.repubblica.it/2006/a/sezioni/persone/albert/albert/albert.html

"È molto, molto pericoloso perdere contatto con la natura vivente"

"Nelle grandi città ci sono persone che non hanno mai visto la natura vivente, e dove ogni cosa è prodotta dagli uomini".

"Esternamente ogni cosa è energia allo stato puro e materia incolore: tutto il resto esiste solo per i nostri sensi. I nostri occhi vedono solo una minima frazione della luce naturale. È perciò un errore considerarlo un mondo colorato: esso non esiste al di fuori di noi esseri umani".

"Ogni cosa nasce dal sole per mezzo del regno vegetale"

"Ho subito riconosciuto la stessa esperienza avuta da bambino."

"LSD brings about a reduction of intellectual powers in favour of an emotional experiencing of the world. It can help to refill our consciousness with this feeling of wholeness and being one with nature."

2006.04.19

17:25

Pannelli solari organici, a Vinitaly la cella fv che viene dall’uva [Notizie (varie)]

Debutta in occasione della celebre manifestazione enologica, il prototipo solare ideato a Ca’ Foscari e realizzato con i residui della vinificazione

Il progetto CHEERS testa nuovi coloranti ottenuti dal riciclo per i pannelli solari organici

“Questo tipo di cella solare – aggiunge Moretti – è una macchina molecolare che lavora nel campo delle nanotecnologie, mimando il processo di fotosintesi clorofilliana, e rappresenta un’alternativa ai sistemi tradizionali (celle al silicio) sia per vantaggio economico, sia per metodologie costruttive eco-friendly, che permettono un riciclo a basso impatto ambientale, sia per l’efficienza di conversione energetica in caso di clima nuvoloso o illuminazione artificiale”.

http://www.rinnovabili.it/energia/fotovoltaico/pannelli-solari-organici-cella-uva/

Feeds

FeedRSSLast fetchedNext fetched after
0 XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
AcchiappaSogni XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
Appuntamenti XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
Architettura Organica Vivente XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
Casa33 XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
CinoFilo XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
Finestre sul Caos XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
Glossario di Schizo-Analisi XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
IperTessitura XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
Istruzioni d'uso (per il sito) 0 XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
Knittionario XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
Lavori XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
LiberoGiardino XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
LinguisticaVestimentaria XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
Lugo XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
MagliaTorio XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
MeditazioneTessile XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
MicrobiotaUmano XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
Notizie (varie) XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
Pensierini XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
ProgettoLana XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
QuadratureTessili XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
Schize XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
SculturEffimere XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
TelaioDAmare XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
TessituraRivoluzionaria XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
TessutIni XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio
TessuVole XML 18:55, lunedì, 20 maggio 18:56, lunedì, 20 maggio

Cose Utili

[xml]

sostanzialmente è il feed generato dalla sommatoria di tutti i feed che compongono il sito (è il feed al quale iscrivervi con il vostro newsreader)

https://www.inventati.org/noviglob/schizo.rss

[oaf]

The Open Accessibility Framework (OAF)[16] provides an outline of the steps that must be in place in order for any computing platform to be considered accessible. These steps are analogous to those necessary to make a physical or built environment accessible. The OAF divides the required steps into two categories: creation and use…

https://www.inventati.org/noviglob/schizo.foaf

[opml]

un formato XML utilizzato per una rappresentazione strutturata e gerarchica dei contenuti.

https://www.inventati.org/noviglob/schizo.opml

Autore: SchiZo SchiZo

Created: 2019-05-20 lun 18:55

Creato con Emacs 25.2.2 (Org mode 9.0.9)

Validate