Archivio Tag per migranti

Cinema

09.03.2017 – CineMolino – Miracolo a Le Havre di Aki Kaurismaki

Marcel Marx, un ex scrittore rinomato e bohemien, volontariamente si trasferisce in esilio nella città portuale di Le Havre, dove la sua professione onorevole, ma non redditizia, di lustrascarpe, gli dona la sensazione di essere più vicino alla gente. Mantiene viva la sua ambizione letteraria e conduce una vita soddisfacente nel triangolo formato dal pub dell'angolo, il suo lavoro e sua moglie Arletty, quando il destino mette improvvisamente nella sua vita un bambino immigrato proveniente dall'Africa nera.
Leggi di più...
Comunicati

GIOVEDI 2 MARZO PRESIDIO A CHIASSO

Aggiornamento: Resoconto del presidio-corteo del 2 marzo 2017 Il CSOA Molino parteciperà a questo presidio e quindi aprirà verso le 8 di sera Riceviamo e diffondiamo: GIOVEDI 2 MARZO PRESIDIO A CHIASSO CONTRO LE FRONTIERE E IN SOLIDARIETÀ CON CHI RISCHIA LA VITA PER ATTRAVERSARLE! ORE PIAZZALE INDIPENDENZA (dove c'è la posta) Lunedì 27 febbraio 2017 sul tetto di un treno regionale TILO all’altezza di Balerna un uomo è morto folgorato dai fili dell’alta tensione. L’uomo era salito in Italia per riuscire a passare il confine senza controlli in quanto non era in possesso di un documento valido. «Tragico incidente» o…
Leggi di più...
Attività

31.03.2017 – Fernando López – Canción Migratoria

Fernando López combina la vocazione creativa di la musica e la canzone insieme alla formazione etnologica e antropologica socioculturale. Transita un percorso musicale e creativo che si nutre dello studio e la sperimentazione delle forme musicali proprie del Guatemala e altri generi universali, in corrispondenza con la interpretazione critica della realtà sociopolitica guatemalteca. Fernando López propone un progetto musicale di variato formato per dare conto della sua versatilità. Si è presentato da solo, con band jazz e fusion latina, e con Orchestra Sinfonica. Le sue presentazioni condensano la sperimentazione interpretativa di ritmi latini che mischiano il son guatemalteco, il bossa…
Leggi di più...
Attività

3 giorni di incontri e discussioni contro ogni frontiera e tutti i razzismi

L’estate è finita, e con l'arrivo del freddo il numero di persone che tenta di varcare il confine meridionale della Svizzera diminuisce, con una conseguente minore attenzione mediatica sulla questione. I campi auto-organizzati vengono sgomberati, le/i migranti vengono distribuitx come merce nei vari lager e la repressione cerca di scoraggiare le/i compagnx solidali tramite le sue numerose misure restrittive. Le frontiere sono però tutt'ora presenti, la devastazione e i saccheggi nelle terre a sud del mondo continuano, le guerre sono ancora fomentate dai paesi occidentali e i loro business, le persone non considerate degne di poter varcare i confini ed…
Leggi di più...