Tristezza e rabbia. Sono i sentimenti che aleggiano tra i rappresentanti del centro sociale Il Molino dopo aver appreso ieri dai media la decisione del Consiglio di Stato, unico contrario Luigi Pedrazzini, di sgomberare il Maglio, il cui ordine potrebbe giungere nei prossimi giorni. Un’atmosfera di tipo opposto si respira invece a Canobbio, dove quasi tutti hanno probabilmente salutato favorevolmente la notizia.
Una notizia che, sebbene non confermata dal Consiglio di Stato, ha suscitato la reazione immediata del centro sociale.
L’assemblea del Csoa, riunitasi ieri sera, ha valutato le possibili azioni di protesta che potrebbero venir messe in atto nei prossimi giorni, forse già stasera. Il Csoa non ha ottemperato l’imposizione perché di fatto equivarrebbe a un ordine di chiusura del centro. Questo non ha tuttavia interrotto gli sforzi per ridurre al minimo il disturbo alla popolazione di Canobbio. « Risulta incomprensibile – scrivono i “ molinari” nel comunicato – la politica del silenzio e delle minacce mezzo stampa portata avanti dal Consiglio di Stato. Indipendentemente dall’orientamento che prevarrà, l’autogestione in Ticino resterà una realtà con cui confrontarsi, in qualunque luogo o spazio in cui essa venga esercitata » . In altre parole, se ci sgomberate da questa sede, fanno capire, ce ne prenderemo un’altra con un’occupazione. Come del resto successe sei anni or sono a Viganello, dopo che le decennali rivendicazioni di spazi liberi rimasero inascoltate da parte delle autorità politiche della città. Del resto, una delle conclusioni cui è giunto il rapporto Martinoni, commissionato dalla stesso CdS e ultimato nel maggio 1997, « considerava positivamente la realizzazione di un centro sociale, anche tenendo conto del difficile momento occupazionale e delle profonde mutazioni sociali a cui dobbiamo far fronte » . Intanto, nella speranza che il buon senso torni a prevalere, il Csoa, che denuncia il pericolo che il cantone riviva le stesse tensioni degli anni Ottanta in alcune città svizzere ( vedi articolo accanto), ha indetto una conferenza stampa per domani.
A. R.

Potrebbero Interessarti:

http://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01.pnghttp://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01-150x150.pngRassegna stampaTristezza e rabbia. Sono i sentimenti che aleggiano tra i rappresentanti del centro sociale Il Molino dopo aver appreso ieri dai media la decisione del Consiglio di Stato, unico contrario Luigi Pedrazzini, di sgomberare il Maglio, il cui ordine potrebbe giungere nei prossimi giorni. Un’atmosfera di tipo opposto si...Viale Cassarate 8

Contatta il Molino

Contatto telefonico
+41(0)91 942 12 21

Per info generali:
CS()A il Molino
Viale Cassarate 8
6900 Lugano (Ch)

molino@inventati.org