Archivio per Rassegna stampa

Rassegna stampa

14.10.2015 – Visitamos el centro cultural anarquista que existe dentro de uno de los municipios más lujosos de Suiza – Noisey/Vice Mexico

Fotos por el autor Lugano es uno de esos lugares donde los taxis son Mercedes-Benz, abundan los casinos y la gente camina despreocupada en Dockers color beige y Havaianas mientras fuman cigarros con boquilla. No por nada le llaman "el Montecarlo de Suiza". En esta ciudad/lago ubicada en la frontera con el norte de Italia, tienes que desenvolver 11 euros para comerte un kebab en la calle y su impoluto orden y limpieza, que bordea la perfección, le ha convertido en destino frecuente de famosos y millonarios que buscan paz y privacidad al alero de la amable frialdad de los…
Leggi di più...
Rassegna stampa

25.02.15 – “L’ex Macello è troppo piccolo” – Ticinonews

Il Cantone non condivide la proposta del Municipio di Lugano di insediare nello stabile il Museo di storia naturale Brusca frenata per il progetto del Municipio di Lugano di spostare all'ex Macello il Museo di storia naturale, che attualmente ha la sua sede nello stabile di viale Cattaneo che ospita pure il Liceo e le Scuole medie. Come noto, il Museo di storia naturale dovrà lasciare la sua attuale ubicazione, a causa dell'accresciuto bisogno di spazi degli istituti scolastici. In gennaio il Municipio aveva quindi proposto al Cantone di spostare la sede del museo nello stabile al momento occupato dagli…
Leggi di più...
Rassegna stampa

08.02.16 – “I molinari? Sono il minore dei mali” – Ticinonews

L'ex sindaco di Lugano Giorgio Giudici risponde a chi lo accusa di aver portato gli autogestiti all'ex Macello Sulla vicenda dei Molinari all'ex Macello, che tanti vorrebbero veder traslocare, si inserisce ora anche l'ex sindaco di Lugano Giorgio Giudici. Sollecitato via Facebook per essere ritenuto il responsabile dell'arrivo degli autogestiti al centro sociale, Giudici ha ribadito che "io ero d'accordo con Bignasca e il Nano era d'accordo con me". "I molinari al Macello sono e saranno sempre il minore dei mali" ha aggiunto Giudici, concludendo: "Comunque auguri a chi pensa di usare i muscoli".
Leggi di più...
Rassegna stampa

04.02.16 – I molinari devono restare – gas.social

PUBBLICATO IL 4 FEBBRAIO 2016 Quadri se l’è presa col PS, reo di sostenere le rivendicazioni dei molinari. Innominabile feccia, branco di tossici, lazzaroni e grattaculi, sacrificati sull’altare della politica. Chi meglio di loro può coalizzare la gente “per bene” tirando la volata per le comunali a Quadri e allo stesso Bertini? Pare, infatti, che la polizia tenda a mostrare i muscoli per provocare gli occupanti del Molino, pratica che conosciamo bene e che veniva spesso usata anche negli anni ‘70 e ‘80 per far degenerare manifestazioni pacifiche e poter così intervenire. Quadri prende a pesci in faccia i molinari,…
Leggi di più...
Rassegna stampa

02.02.15 – Il Macello all’attacco di Municipio e Polizia – GdP

L'assemblea degli autogestiti ha parlato ieri sera dell'aggressione alla pattuglia della comunale: «È colpa degli agenti, cercano lo scontro». Critiche pesanti anche all'Esecutivo della Città. L'assemblea del Centro sociale autogestito (CSOA) il Molino si è riunita eri sera per parlare dell'aggressione alla polizia avvenuta sabato sera all'esterno dell'ex Macello di Lugano. Nella notte, i cosiddetti "molinari" hanno diramato poi un lunghissimo comunicato in cui viene accusata la strategia di tensione messa in atto secondo loro dalla Polizia e dal Municipio di Lugano. Secondo gli autogestiti, "appare evidente che si sta intensificando la pressione attorno al Centro Sociale, per probabilmente creare…
Leggi di più...
Rassegna stampa

02.02.16 – I molinari al contrattacco – RSI

I rappresentanti del centro sociale di Lugano puntano il dito contro una strategia di tensione I rappresentanti del centro sociale che trova spazio all'ex Macello di Lugano hanno presentato la loro versione dei fatti sull'aggressione alla polizia, avvenuta sabato notte, in un comunicato stampa in cui viene affrontato anche il dialogo in corso con le autorità. La presenza di polizia sabato, viene scritto, è stata particolarmente forte, con controlli all'uscita del centro sociale definiti provocatori. La tensione sarebbe ulteriormente salita in seguito ad alcuni fermi effettuati dagli agenti, accusati di avere un atteggiamento di ricerca dello scontro. La situazione di…
Leggi di più...
Rassegna stampa

02.02.16 – Ex Macello: “Troppi controlli aggressivi della polizia. Ci stanno ricattando” – TicinOnline

LUGANO - Dopo gli scontri con la polizia fuori dall’ex Macello di Lugano nelle prime ore di domenica, sono ora giunte le reazioni, piuttosto pesanti, da parte del CSOA il Molino. Secondo gli appartenenti al centro sociale, i fatti avvenuti nella notte dello scorso fine settimana potrebbero essere «un disegno per alzare la tensione». Inoltre accusano un’intensificazione «evidente della pressione attorno al Centro Sociale, per probabilmente creare le condizioni che giustifichino un intervento di forza. Nell'ultimo anno, dall'inizio delle trattative, si verificano continuamente dei controlli insoliti, ripetuti a tutte le ore del giorno, con aggressività, provocazioni e insulti, da parte…
Leggi di più...
Rassegna stampa

02.02.16 – I molinari all’attacco di Municipio, Polizia e PS – TicinoNews

L'assemblea del CSOA ha parlato ieri sera dell'aggressione alla Polizia. "È colpa degli agenti, cercano lo scontro" "Non sappiamo se i fatti di sabato notte entrano in un disegno per alzare la tensione. Ma di fatto appare evidente che si sta intensificando la pressione attorno al Centro Sociale, per probabilmente creare le condizioni che giustifichino un intervento di forza. E nonostante il Municipio continui a sottolineare le buone intenzioni, riconoscendo mediaticamente il diritto all'autogestione e a trovare soluzioni alternative, abbiamo sempre più l'impressione che questi rimangono propositi di facciata." Inizia così il lungo comunicato stampa diramato nella notte dall'assemblea del…
Leggi di più...
Rassegna stampa

01.02.16 – “Ex-Macello, ancora quante settimane?” – TicinoNews

10 consiglieri comunali chiedono al Municipio di Lugano di liberare al più presto il sedime dall'occupazione. All'ex Macello di Lugano si assiste a "una situazione deplorevole che non deve più essere tollerata", secondo dieci consiglieri comunali, che hanno inoltrato oggi un'interrogazione al Municipio per sapere in quale modo e con quali tempi (settimane) verrà ripristinata la legalità. Tiziano Galeazzi (UDC), Raide Bassi (UDC), Norman Luraschi (Lega), Roberto Badaracco (PLRT), Daniele Casalini (Lega), Lukas Bernasconi (Lega), Paolo Toscanelli (PLRT), Enea Petrini (Lega), Stefano Gilardi (Lega) e Marzio Guggiari (PLRT) scrivono che "da anni oramai la popolazione cittadina sta tollerando, con difficoltà,…
Leggi di più...