Archivio per Comunicati

Comunicati

Nekane è libera!!

Ma l’ingiustizia prosegue e prende nuove Siamo estremamente felici per il bel epilogo! Venerdì 15 settembre 2017, poco dopo le , Nekane Txapartegi è finalmente tornata in libertà, abbracciata fisicamente e idealmente da una grande cerchia di famigliari, compagn*, sostenit* e amic*!! Siamo enormemente liet* nonostante non sia ancora chiaro cosa potrebbe accadere nel futuro di Nekane, soprattutto dopo che venerdì è aleggiata per ore la minaccia che venisse rinviata direttamente in Spagna, invece di essere rilasciata in libertà. Questo facendosi forti della vergognosa decisione negativa della Segreteria di Stato della Migrazione (SEM) alla domanda d’asilo di Nekane, per allinearsi…
Leggi di più...
Comunicati

15-30 Settembre: due settimane di azione per la Libertà di Nekane Txapartegi

FERMIAMO L'INGIUSTIZIA CHE VUOLE ESTRADARE NEKANE NELLE PRIGIONI SPAGNOLE, DOVE HA SUBITO TORTURE E UNO STUPRO DAI SUOI CARCERIERI. SIAMO  COSCIENTI DEL FATTO CHE AL SUO RIENTRO RISCHIA LO STESSO TRATTAMENTO, SE NON PEGGIO. NON PERMETTIAMO CHE IL TRIBUNALE FEDERALE, ULTIMA ISTANZA CHE POTREBBE DIGNITOSAMENTE RIBALTARE L'ESITO DEL SUO FUTURO, RESPINGA IL  SUO RICORSO ALL'ESTRADIZIONE MOTIVATA DALLE INFONDATE ACCUSE SPAGNOLE, CHE LE HANNO ESTORTO SOTTO TORTURA. CHIAMATA SOLIDALE IN TUTTA L'HELVETIC ZONA () Parte Italofona: Venerdî 15 Settembre 2017 Serata benefit per Nekane: Aperò e DJ Set di musica Ribelle con Zurito da Bidea e Digei Belzy Bar Sonia da…
Leggi di più...
Comunicati

Svizzera complice di torture: No all’estradizione di Nekane Txapartegi!

Dal 16 al 30 settembre settimane di azione per la liberazione di Nekane. Sabato 30 settembre corteo a Zurigo con pullman anche dal Ticino. Per riservazioni e informazioni: Nekane Txapartegi è un' attivista della sinistra indipendentista basca, giornalista ed ex consigliera comunale della citta` di Asteasu. Viene arrestata nel 1999 dalla “Guardia Civil” spagnola. Trascorre i primi cinque giorni di carcere in quello che è definito “regime di incomunicación”, ossia nessun contatto con l'esterno, nemmeno con un avvocato, e il ripetuto uso della tortura (minacce, privazione del sonno, pestaggi, scosse elettriche, simulazioni di esecuzioni, sacchetti di plastica in testa fin…
Leggi di più...
Comunicati

Aggiornamento su Nekane Txapartegi

Riceviamo e diffondiamo: Abbiamo appreso la decisione da parte del Tribunale penale federale, in data 30 giugno, di respingere l’ultimo ricorso di Nekane Txapartegi contro la sua estradizione nello stato spagnolo. Non rimane che tentare l’ultimo ricorso al Tribunale federale. Nekane Txapartegi, attivista basca, viene arrestata nel 1999. Nei primi cinque giorni della sua incarcerazione, trascorsi in completo isolamento, è ripetutamente torturata e inoltre, subisce uno stupro da parte di uno dei suoi aguzzini. In seguito alle brutali torture, le viene estorta una confessione in cui ammetterebbe la sua collaborazione con l’organizzazione ETA. Questa confessione fonderebbe per le autorità le…
Leggi di più...
Comunicati

Swiss Israel Day 2017: nessun brindisi per l’Apartheid!

Riceviamo e diffondiamo: Qualche considerazione sul presidio contro lo swiss israel day Tzipi Livni, ex tenente delle forze di occupazione israeliane, ex membro del Mossad, responsabile dell’operazione di omicidi di militanti palestinesi denominata “Collera di Dio”, ricercata per crimini di guerra e contro l’umanità per il suo ruolo in qualità di Ministra degli Esteri durante l’operazione “Piombo Fuso” (2008-2009), quando le bombe al fosforo bianco israeliane causarono oltre 1400 morti e 5000 feriti palestinesi. Rifiutata o dichiarata “non gradita” da diversi Paesi europei come il Belgio, il Regno Unito e lo Stato spagnolo. Tzipi Livni, assassina, ospite “illustre” e di…
Leggi di più...
Comunicati

15.04.2017 – Presidio di Solidarietà per Nekane Txapartegi

Riceviamo e pubblichiamo il presente appello. PRESIDIO DI SOLIDARIETÀ PER NEKANE TXAPARTEGI! SABATO 15 APRILE 2017 ALLE 17:00 PIAZZA GOVERNO (Pza. della F003) BELLINZONA Nekane Txapartegi è una giornalista e attivista basca incarcerata a Zurigo un anno fa, il 6 aprile 2016. Arrestata una prima volta in Spagna nel 1999, in cella venne ripetutamente torturata e violentata sessualmente dai paramilitari della Guardia Civil. Dopo nove mesi di detenzione preventiva, Nekane fu rilasciata su cauzione. Durante il processo nel 2007 venne condannata a 6 anni e nove mesi, accusata di aver partecipato a una riunione con degli attivisti baschi a Parigi…
Leggi di più...
Comunicati

NO ALL’ESTRADIZIONE DI NEKANE TXAPARTEGI!

Abbiamo appreso la decisione dell’Ufficio federale di giustizia di estradare in Spagna Nekane Txapartegi, militante basca della sinistra indipendentista. Decisione alla quale potrà essere fatto ricorso entro 30 giorni dalla sentenza () Questa è l’ennesima dimostrazione di come la svizzera, per interessi politici ed economici, si renda complice di torture e repressione. Esprimiamo tutta la nostra solidarietà a Nekane! Vi invitiamo a partecipare ad una riunione domenica 26/3/17 alle ore 18 presso il CSOA Il Molino di Lugano. Durante questo incontro condivideremo come individualità solidali il da farsi nell'immediato in appoggio a Nekane, tenendo anche conto della data del 6…
Leggi di più...
Comunicati

GIOVEDI 2 MARZO PRESIDIO A CHIASSO

Aggiornamento: Resoconto del presidio-corteo del 2 marzo 2017 Il CSOA Molino parteciperà a questo presidio e quindi aprirà verso le 8 di sera Riceviamo e diffondiamo: GIOVEDI 2 MARZO PRESIDIO A CHIASSO CONTRO LE FRONTIERE E IN SOLIDARIETÀ CON CHI RISCHIA LA VITA PER ATTRAVERSARLE! ORE PIAZZALE INDIPENDENZA (dove c'è la posta) Lunedì 27 febbraio 2017 sul tetto di un treno regionale TILO all’altezza di Balerna un uomo è morto folgorato dai fili dell’alta tensione. L’uomo era salito in Italia per riuscire a passare il confine senza controlli in quanto non era in possesso di un documento valido. «Tragico incidente» o…
Leggi di più...
Comunicati

COMUNICATO CSOA IL MOLINO – INCENDIO 9.11.2016

Giovedi 10 novembre 2016 Alcune precisazioni sull’incendio di mercoledi 9 novembre presso l’area ex-macello. Giovedì sera intorno alle alcuni/e attivisti/e del Csoa il Molino hanno richiesto l’intervento dei pompieri vista la presenza di fumo che fuoriusciva da uno dei locali gestiti dal Comune di Lugano. Questo magazzino, adiacente alla nostra sala attività, è utilizzato dal Dicastero giovani e sport e nello specifico dall’Associazione Servizi per l’organizzazione del tempo libero e del lavoro (Sotell). L’incendio partito dallo spazio gestito dal comune si è sviluppato in direzione della nostra struttura raggiungendo la parete che divide i due spazi. Il pronto intervento dei…
Leggi di più...
Comunicati

09.11.2016 – Fuoco e Fiamme!

Attorno alle lo spazio adiacente alla sala attività, gestito dal Comune di Lugano, è andato in fiamme. Subito, da parte degli autonomi presenti, la chiamata ai pompieri, immediato l'intervento di quattro pattuglie di sbirri. Da quando il Comune si è instaurato nello stabile, è la seconda volta che i loro spazi bruciano, mettendo in pericolo la struttura e gli okkupanti del Centro Sociale. Il Comune pretende di mettere in sicurezza il Centro Sociale che in 20 anni di autogestione è riuscito invece a mantenere integro lo spazio. Le fiamme partite dallo spazio di competenza del comune, hanno danneggiato parte della…
Leggi di più...