Contro ogni frontiera e tutti i razzismi - 3 giorni di incontri e discussioni

L’estate è finita, e con l’arrivo del freddo il numero di persone che tenta di varcare il confine meridionale della Svizzera diminuisce, con una conseguente minore attenzione mediatica sulla questione. I campi auto-organizzati vengono sgomberati, le/i migranti vengono distribuitx come merce nei vari lager e la repressione cerca di scoraggiare le/i compagnx solidali tramite le sue numerose misure restrittive.

Le frontiere sono però tutt’ora presenti, la devastazione e i saccheggi nelle terre a sud del mondo continuano, le guerre sono ancora fomentate dai paesi occidentali e i loro business, le persone non considerate degne di poter varcare i confini ed attraversare i paesi della fortezza Europa vengono perseguitate e deportate.

LA LOTTA CONTRO OGNI FRONTIERA NON SI ARRESTA!!

Vogliamo proporre due serate di presentazioni, discussioni ed analisi sulle esperienze riguardanti la lotta contro ogni frontiera ed in solidarietà alle persone migranti presenti in varie parti della Svizzera e al confine di Como-Chiasso

LE FRONTIERE NON VANNO APERTE MA DISTRUTTE!

Giovedì 24 Novembre

17:00 Ritrovo presidio antirazzista in via Besso nei pressi della chiesa di san Nicolao

Venerdì 25 Novembre

19:00 Cena popolare vegan
20:30 Presentazione delle lotte contro le frontiere e in solidarietà ai/alle migranti portate avanti dalle diverse realtà in Svizzera

Sabato 26 Novembre

19:00 Cena popolare vegan
20:30 Interventi e aggiornamenti sulla situazione a Como da inizio estate fino ad oggi.

A seguire discussione.

Per maggiore info / aggiornamenti tenetevi aggiornati sul nuovo blog
Freccia Spezzata – frecciaspezzata.noblogs.org

http://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/11/3-giorni-di-incontri-e-discussioni-contro-ogni-frontiera-e-tutti-i-razzismi-2.jpghttp://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/11/3-giorni-di-incontri-e-discussioni-contro-ogni-frontiera-e-tutti-i-razzismi-2-150x150.jpgAttivitàBettola clandestinaantirazzismo,Como-Chiasso,discussione,migrantiL’estate è finita, e con l'arrivo del freddo il numero di persone che tenta di varcare il confine meridionale della Svizzera diminuisce, con una conseguente minore attenzione mediatica sulla questione. I campi auto-organizzati vengono sgomberati, le/i migranti vengono distribuitx come merce nei vari lager e la repressione cerca di...