Per vivere in Ticino bisogna assolutamente dimostrarsi accondiscendenti a tutto quello che viene dall’alto? Dobbiamo obbedire a tutto quel che decidete voi, alle regole e alle leggi che ci imponete? Mi sembra che seguendo i vostri principî sempre di più vengono limitate le libertà di gran parte della popolazione, favorendo, invece, una minoranza del ” Ticino che conta”. Lo sgombero del Centro sociale non è altro che un nuovo tassello che si aggiunge a tanti altri in questo stato sempre più antidemocratico e totalitario. Dovreste rappresentare la volontà della popolazione, soddisfare i nostri bisogni e fare i nostri interessi; le promesse che lanciate durante le campagne elettorali sono tante, ma corrispondono ad altrettante bugie. Quello che state facendo sono solo gli interessi di un’élite che rappresenta una minoranza. Una minoranza che difende un sistema sociale che si sta dimostrando sempre più fallimentare, che coinvolge sempre più persone, anche quelle che fino a poco tempo fa sembravano al sicuro.
Reprimere un movimento che esiste, fatto di persone che usano tutta la loro forza per non essere complici di questo sistema, non è solo fallimentare, ma anche controproducente. I molinari rappresentano solo la punta di un iceberg: sono individui che hanno il coraggio di dedicare il loro tempo, con un immenso lavoro, ad un modello sociale differente, che tenga conto di altri valori che no sono il profitto, il guadagno, la concorrenza, l’individualismo, il menefreghismo… tentando di non rimanere nel teorico ma di applicarlo alla quotidianità. Ciò non è evidente, soprattutto in questa società, dove fin da piccoli siamo incanalati in un percorso prestabilito ed essenzialmente acritico. L’iceberg è poi formato da migliaia di persone che sono maggiormente inserite nel sistema che voi difendete ma che comunque militano in associazioni e in movimenti o, semplicemente, li sostengono. Tutte fanno parte di un movimento di cittadini che si sta espandendo sempre di più a livello sia locale che mondiale, che sono sempre più stufi di ascoltare le vostre bugie e che mirano a vivere in un mondo che sia realmente democratico e che tenga conto della maggioranza della popolazione. Quindi, reprimendo il movimento degli autogestiti non fate altro che aumentare la distanza che separa la vostra carriera politica dai bisogni reali dei cittadini e fate aprire ancora di più gli occhi a coloro che finora li aveva ancora socchiusi. Finora l’eliminazione di coloro che non si allineano si è basata sulla loro emarginazione e sul mancato riconoscimento dei loro bisogni, attraverso al non- dialogo: mi chiedo ora se la vostra strategia arriverà all’eliminazione fisica dei sovversivi, come è avvenuto e avviene tuttora nei regimi totalitari. Non mi stupirebbe. Del resto l’avete già applicata nei confronti di coloro che durante lo sgombero, e non solo in quella occasione, non sono risultati essere cittadini svizzeri, ma persone straniere disperate che vengono nella opulenta Svizzera per racimolare qualche franco da rimandare in patria per le loro famiglie vittime delle politiche che voi difendete: semplicemente le avete cacciate via. Quanto al problema degli ecuadoriani, e non solo loro ma tutti gli stranieri che provengono da paesi non membri dell’Ue, è risaputo e non c’è nessuna volontà politica di dare una maggior dignità alla loro vita. Al sistema capitalista servono così… senza diritti.
Come cittadino esprimo quindi la mia vergogna di assistere a dei momenti come quello dello sgombero ma anche la mia fiducia della politica che viene dal basso, dalla gente che come gli autogestiti riesce comunque a diffondere e a contagiare sempre più persone, per la costruzione di un mondo diverso e utopico, ma che necessariamente dovrà arrivare.

Daniele Walder, Viganello

Potrebbero Interessarti:

http://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01.pnghttp://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01-150x150.pngRassegna stampaPer vivere in Ticino bisogna assolutamente dimostrarsi accondiscendenti a tutto quello che viene dall'alto? Dobbiamo obbedire a tutto quel che decidete voi, alle regole e alle leggi che ci imponete? Mi sembra che seguendo i vostri principî sempre di più vengono limitate le libertà di gran parte della popolazione,...Viale Cassarate 8

Contatta il Molino

Contatto telefonico
+41(0)91 942 12 21

Per info generali:
CS()A il Molino
Viale Cassarate 8
6900 Lugano (Ch)

molino@inventati.org