Sono passati sei anni, gli autonomi sono passati dal Molino di Viganello al Maglio di Canobbio ed ora si ritrovano per strada a rivendicare gli spazi che hanno perso venerdì scorso dopo lo sgombero forzato dell’ex-grotto al Piano della Stampa. Per protestare, gli autonomi si sono riversati negli scorsi giorni nelle piazze della città e la cosa non piace per niente al Municipio: ha chiesto un incontro urgente al Consiglio di Stato e ieri mattina è stato accontentato.
Siamo dunque ai piedi della scala, e dopo un attimo di tensione iniziale (del tenore: «In cinque anni il Consiglio di Stato non è riuscito a risolvere la questione ed ora spetta a lui correre ai ripari»), il dialogo tra le parti è stato franco e diretto. Ma non ha sortito, ovviamente, delle soluzioni concrete; piuttosto delle ipotesi di lavoro. Difficile ritornare indietro al Maglio, si cercano insomma alternative che non disturbino troppo la quiete pubblica. Il Municipio ha ribadito che attualmente la città non ha spazi idonei a disposizione e dunque occorre guardare altrove. Creando il necessario consenso e (ri)coinvolgendo tutte le parti: Cantone, Città, Comuni e autogestiti.
Dall’incontro di ieri a Palazzo delle Orsoline – presente il Municipio in corpore mentre per il Governo era assente solo Marina Masoni – è appunto emersa la volontà congiunta di cercare entro «termini ragionevolmente brevi una soluzione al problema di un centro autogestito». Data per scontata insomma la necessità di destinare dei locali agli autonomi, bisogna ora trovarli. «Essendo una questione che interessa l’intero agglomerato luganese occorre la collaborazione di Cantone, Città e dei Comuni – rileva il cancelliere di Stato Giampiero Gianella – D’altra parte si auspica che al tavolo delle trattative si sieda anche una delegazione rappresentativa e garante dell’autogestione». Sarà ad ogni modo interessante, nei prossimi giorni, capire quali Comuni sono disposti a collaborare e “rischiare” di ritrovarsi con la “pepa tencia” in casa.
(r.g.)

Potrebbero Interessarti:

http://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01.pnghttp://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01-150x150.pngRassegna stampaSono passati sei anni, gli autonomi sono passati dal Molino di Viganello al Maglio di Canobbio ed ora si ritrovano per strada a rivendicare gli spazi che hanno perso venerdì scorso dopo lo sgombero forzato dell'ex-grotto al Piano della Stampa. Per protestare, gli autonomi si sono riversati negli scorsi...Viale Cassarate 8

Contatta il Molino

Contatto telefonico
+41(0)91 942 12 21

Per info generali:
CS()A il Molino
Viale Cassarate 8
6900 Lugano (Ch)

molino@inventati.org