15-30 Settembre: Due Settimane di Azione Per la libertà di Nekane Txapartegi

FERMIAMO L’INGIUSTIZIA CHE VUOLE ESTRADARE NEKANE NELLE PRIGIONI SPAGNOLE, DOVE HA SUBITO TORTURE E UNO STUPRO DAI SUOI CARCERIERI. SIAMO  COSCIENTI DEL FATTO CHE AL SUO RIENTRO RISCHIA LO STESSO TRATTAMENTO, SE NON PEGGIO.

NON PERMETTIAMO CHE IL TRIBUNALE FEDERALE, ULTIMA ISTANZA CHE POTREBBE DIGNITOSAMENTE RIBALTARE L’ESITO DEL SUO FUTURO, RESPINGA IL  SUO RICORSO ALL’ESTRADIZIONE MOTIVATA DALLE INFONDATE ACCUSE SPAGNOLE, CHE LE HANNO ESTORTO SOTTO TORTURA.

CHIAMATA SOLIDALE IN TUTTA L’HELVETIC ZONA (www.freenekane.ch)

Parte Italofona:

  • Venerdî 15 Settembre 2017
    Serata benefit per Nekane: Aperò e DJ Set di musica Ribelle con Zurito da Bidea e Digei Belzy
    Bar Sonia da Giacinto, Roveredo (GR)
    Dalle ore 19.00
  • Sabato 16 Settembre 2017
    Creazione e scrittura di cartoline collettive per appoggiare Nekane
    Piazza Dante, Lugano (TI)
    Dalle ore 14.00
  • Venerdì 22 – Sabato 23 Settembre 2017
    Striscioni “Nekane Libera”, “Svizzera complice di torture, no all’estradizione di Nekane Txapartegi”
    Ovunque, anche fuori dalla tua finestra
    Dalle ore 20.00 di venerdì
  • Sabato 30 Settembre 2017
    Tuttx alla Manifestazione a Zurigo
    Partenza alle ore 15.00 da Hechplatz
    Per iscrizioni trasporto da Lugano (Stazione FFS) alle ore 10.00 e Castione (Meridiano) con ritorno a mezzanotte, contattare nekane.libera@inventati.org

SOLIDARIETÀ CON NEKANE!
IMPEDIAMO CHE LA SVIZZERA COMMETTA QUESTA INGIUSTIZIA!
NOI NON SAREMMO COMPICI!
NEKANE LIBERA!
LIBER* TUTT*!

http://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2017/09/15-30-settembre-due-settimane-di-azione-per-la-liberta-di-nekane-txapartegi-1024x768.jpghttp://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2017/09/15-30-settembre-due-settimane-di-azione-per-la-liberta-di-nekane-txapartegi-150x150.jpgsalvaComunicatiIn evidenzaNekane TxapartegiFERMIAMO L'INGIUSTIZIA CHE VUOLE ESTRADARE NEKANE NELLE PRIGIONI SPAGNOLE, DOVE HA SUBITO TORTURE E UNO STUPRO DAI SUOI CARCERIERI. SIAMO  COSCIENTI DEL FATTO CHE AL SUO RIENTRO RISCHIA LO STESSO TRATTAMENTO, SE NON PEGGIO. NON PERMETTIAMO CHE IL TRIBUNALE FEDERALE, ULTIMA ISTANZA CHE POTREBBE DIGNITOSAMENTE RIBALTARE L'ESITO DEL SUO FUTURO,...