Stramonio Distribuzioni

Stramonio Distribuzioni e’ il progetto di due persone. E’ una distro cartaceo / video / musicale e non solo, che mira a diffondere materiali che per un verso o per l’altro a noi piacciono. Si tratta di dischi difficilmente reperibili, monografie, raccolte, opuscoli informativi, video e altro materiale autoprodotto e non…

Tutto cio’ che distribuiamo e’ rigorosamente no-copyright: siamo ben felici se verra’ riprodotto, fotocopiato, masterizzato, diffuso il piu’ possibile. Il digitale e la rete ci offrono diverse opportunita’ per far circolare materiale audio, video e scritti a costi piuttosto bassi. Per questo tutto cio’ che produciamo viene ridistribuito anche in rete, e da quest’ultima traiamo materiali e suggestioni.

Non riteniamo che la tecnologia sia qualcosa di neutro da plasmare secondo le nostre necessita’, non siamo degli entusiasti dell’era post-industriale. Non siamo pero’ neppure convinti che non sia possibile reinventarne l’uso, che non sia possibile usarla per soddisfare qualcuno dei nostri bisogni. Cosi’ come l’invenzione della stampa ha modificato profondamente la storia del sapere, anche la possibilita’ di copiare, riprodurre, diffondere audio, video e scritti di sorta con costi contenuti e con mezzi a disposizione di molti e’ qualcosa di interessante ed insieme di potenzialmente destabilizzante.

Senza dubbio si tratta di qualcosa che segna profondamente gli anni in cui viviamo. Siamo ben lontani quindi da un approccio acritico alla tecnologia, ma non riteniamo che un computer sia un problema di per se’ stesso. Piuttosto crediamo che sia un errore lasciare che le persone subiscano le tecnologie per l’impossibilita’ di capirle, modificarle, per la difficolta’ di accedervi.

Ci occupiamo principalmente di produrre e recuperare dalla rete materiale in formati digitali e renderli fruibili. Siamo figli di quelle che solitamente vengono definite sottoculture. Attingiamo a piene mani sia a quanto in piu’ stretto rapporto con il mondo del digitale, quindi gli hacklab, gli hackmeeting, i diversi esperimenti di server autogestiti, sia alle culture di strada, in particolare al punk, all’OI!, ai circuiti di autoproduzione che in passato si sono sviluppati all’interno ed intorno ai posti occupati.

Per tutte queste ragioni, ed altre ancora, ci piace soprattutto dare spazio alle autoproduzioni. Il circuito delle fanzine, delle etichette indipendenti, dei cd e dei video autoprodotti resta un prezioso esempio di come si possa fare musica (e non solo musica!) rimanendo fuori dai circuiti mercificati.

Una volta di piu’ teniamo a dimostrare che le autoproduzioni sanno essere qualitativamente valide quanto (o piu’) le produzioni che passano per i circuiti usuali. Questo non vuol dire approcciarsi alla questione in modo semplicistico, affermando che “solo cio’ che non e’ mercificato e’ bello”. Vuol dire, invece, diffondere con consapevolezza entrambe le cose, rendendo anche cio’ che e’ mercificato disponibile a tutti.

Ci troverete un po’ dove capita e dove ci piace stare, anche se i luoghi che prediligiamo restano quelli liberi e liberati.

per altre info: stramonio@autistici.org

 
  stramonio_distribuzioni.txt · Ultima modifica: 16.05.2005 15:38 by 127.0.0.1
 
RSS: Modifiche Recenti Contenuti: Licenza Creative Commons Valid XHTML 1.0 Valid CSS Sito fatto con: DokuWiki Sito ospitato da: Inventati.org