LeftWiki


La FreeBox e’ un computer che permette all’utente di:

altre funzionalita’ che possono venire aggiunte per renderlo fighissimo:


Un’altra descrizione: la FreeBox e’ un PC con una interfaccia grafica pensata appositamente (semplice da usare), e dotato di un grosso archivio di brani musicali free da cui masterizzare CD per il pubblico (o da cui riempire le chiavette USB). l’aggeggio puo’ funzionare anche da diffusore per i demo dei gruppi emergenti e per le autoproduzioni locali. al di la’ dell’aspetto estetico del FreeBox, ragionare su uno strumento di questo tipo puo’ essere interessante per una comunita’ che lavora in uno spazio fisico aperto al pubblico.


Sergio Messina (RadioGladio) ha lanciato l’idea iniziale: Il FreeBox è un juke box del 2000 che permette di portarsi via la musica che si ascolta. Ogni centro sociale d’italia dovrebbe avere il suo freebox, autocostruito. Il freebox si fa cosi’: un PC anche vecchio, ma con porta USB, e due casse. Per il case ognuno usera’ la sua creatività; io me l’immagino come un videogioco da bar, ma col mouse. Noi forniamo una banca di musica free (facendo anche una richiesta in rete a gruppi e singoli) su hard disc. Nei posti la suonano (il FreeBox mostra belle grandi le info della Tag dell’mp3) e chiunque la vuole se la porta a casa con chiave Usb.


Manooze: se uno non ha penne USB o robe simili per portarsi via la roba? O magari non se l’è portata dietro perché non avrebbe mai pensato che potesse esserci una cosa così fica? Ci vorrebbe anche un masterizzatore e qualcuno che venda cd vergini.


Bakunin (coder di http://www.somasuite.org): secondo me puo’ essere cosi’: somad che gira da solo; tu hai una interfaccia qualsiasi che dovrai scrivere o che che utilizza libsoma; con libsoma tu puoi dire a somad di mandare in onda come prossimo pezzo un brano scelto sfogliando un albero di directory, che viene messo in coda; in sostanza avete bisogno di somax-nextsong con una interfaccia leggermente diversa. secondo me e’ piu’ semplice questo che altro: grazie alla libsoma dovete scrivervi soltanto una qualche interfaccia


In alternativa a soma: http://s8suono.com/jic 3/4 anni fa, s8suono in collaborazione con il MIlug ha fatto una piattaformina internet JUKE BOX.


Zamp: Più figo ancora, lo connetti ad internet e con un p2p riempi il database con le richieste degli utenti.


Burnstation. Un progetto simile al Freebox sembra essere gia’ ben avviato! http://platoniq.net/burnstation/indexnew.html


Freedom Toasters. I Freedom Toasters sono dei piccoli chioschi (sostanzialmente un “totem” con un pc all’interno) da cui la gente puo’ masterizzare dei dischi con delle distribuzioni Linux. In futuro sara’ anche possibile scaricare musica rilasciata sotto licenze Creative Commons - e inserire la propria. I chioschi sono una trentina, situati in varie citta’ del Sudafrica. Il progetto e’ sostenuto da Mark Shuttleworth, fondatore di Ubuntu http://freedomtoaster.org. Nella primavera del 2006 il fondatore di Wikipedia, Jimmy Wales si e’ detto interessato al progetto Freedom Toasters, citandolo come un modo molto figo per distribuire la Wikipedia http://www.tectonic.co.za/view.php?id=939.


Juke-box passivo. Con GNU/Linux e KDE. The amarok Anti-Geeking Jukebox is a small amarok script that runs a locked xscreensaver hack displaying the title, artist, album and album cover of the currently playing track.

 
  leftjukebox.txt · Ultima modifica: 11.04.2006 20:56 by 127.0.0.1
 
RSS: Modifiche Recenti Contenuti: Licenza Creative Commons Valid XHTML 1.0 Valid CSS Sito fatto con: DokuWiki Sito ospitato da: Inventati.org